,

60 anni a Londra

Un viaggio in compagnia di persone speciali. Il primo volo, la prima visita fuori dall’Italia e un compleanno da festeggiare, tutto questo in 64 ore.

Desideravo che i 60 anni di mio padre, fossero speciali, le personi semplici provano grandi emozioni, portare mio padre e la sua compagna a Londra, è stato semplice, ma vi assicuro molto emozionante.

Ci siamo impegnati per far si che la sua compagna vedesse una città europea, un desiderio che aveva da molto tempo.

Guardavano, studiavano, si emozionavano, chiedevano informazioni per ogni cosa, come bambini pronti ad apprendere quello che il mondo gli mostra. Per loro era tutto una novità, la lingua, la cultura: eppure se la sono cavata alla grande, e avevano più energie di noi.

Abbiamo fatto il classico tour di Londra, con the Original Bus, ed abbiamo mostrato a loro le attrattive di questa città, magicamente caotica.

A grande richiesta li abbiamo portati davanti a Buckingham Palace, dove senza nostro minimo stupore, abbiamo notato la loro delusione, nel vedere questo palazzotto imponente e grigio, come il cielo della sua città.

Ma, appena dopo ci siamo rifatti, la zona di Trafalgar Square era chiusa, per una manifestazione, in questa atmosfera surreale, tipo Vanilla Sky, abbiamo visto un cambio della guardia al Houseguard Museum, abbiamo visto due adolescenti eccitati da questo evento, mio padre aveva gli occhi di un bambino felice, la sua compagna filmava ogni cosa, comprese le teste degli altri spettatori.

Non voglio raccontare di Londra, è una meta accessibile a tutti, e conosciuta da tanti, ma vorremmo consigliarvi delle chicche, che Vale aveva preparato per noi, grazie ai suoi anni di vita londinese.

Brunch al Cafe 202 di Nothing Hill: ambiente industrial, boutique di moda al piano di sotto, prezzi medi, servizio veloce, ottimi piatti con i classici per la colazione all’inglese e delle interessanti rivisitazioni.

Cena a Riverford at The Duke of Cambridge: unico gastro-pub biologico certificato di Inghilterra. I cavalli di battaglia della cucina inglese, anatra, agnello e piatti con delle influenze medio orientali, hummus, o nord africane, cous-cous, eccellente qualità dei prodotti, ambiente easy, vissuto specialmente da gente del posto, intenti a passare le loro serate tra una partita a carte e un sorsetto. Prezzo direi fascia media circa 30 euro a testa, escluso il vino.

Islington e i suoi canali, e soprattutto la domenica mattina fate un salto al Columbia Road Flower Market, il mercato del fiori, rimarrete affascinati da questo posto. Abbiamo alloggiato in un appartamento molto bello e funzionale, tramite Airbnb, nella zona di Angel, e in questo modo ci siamo arrivati a piedi attraverso i canali.

Il clima e il cielo del mio amato nord Europa, ha come sempre dato il suo meglio, 4 stagioni in 24 ore, un fattore aggiunto per i nostri curiosi compagnia di viaggio.

Ho vissuto tre giorni intensi, felici e spensierati, guardavo mio padre adattarsi, quello che l’uomo sa fare meglio, scorgevo un uomo finalmente lontano da un lavoro, che probabilmente gli ha anche rubato un pò di vita, notavo il VIAGGIARE, questa stupenda passione o indole nel caso mio e di Vale, aprigli gli occhi e arricchire l’anima, come solo il mondo, visto da una prospettiva diversa, può fare.

Ho visto una persona che sta lottando, realizzare un sogno, ed è stato impagabile.

Ho viaggiato con tutta la mia famiglia, per la prima volta nella mia vita, ed è stata una esperienza unica.

Grazie Vale.

 

 

Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *